Pergamene (1225-1807)

La collezione di pergamene dell’Istituto (n. 1609 pezzi) costituisce la documentazione di data più remota, essendo le più antiche del 1225 (n. 2-3 fondo Delfico). Raccoglie atti di provenienza diversa: archivi privati, in particolare Delfico, comunali: Penna S. Andrea, Mutignano e Fano Adriano. Il gruppo più numeroso, denominato “Archivio provinciale” dal nome dell’Istituto, comprende 682 atti la maggior parte dei quali versata nel 1869 dall’ex Direzione del demanio e tasse. Nel 1874 un impiegato dell’archivio riuscì a recuperarne altre 116 comprandole per 50 centesimi l’una, da alcuni ragazzi che si divertivano a tagliarle per gioco sulla strada. L’indagine della Pubblica sicurezza accertò poi che si trattava dei figli del defunto custode della Direzione del demanio. Queste pergamene, appartenenti alle corporazioni religiose soppresse rimasero per lungo tempo “ammonticchiate in disordine” senza che se ne conoscesse neppure la data; solo nel 1893 furono raccolte in "fascicoli o filze tenendosi ragione unicamente della data e dell’epoca". Nel 1947 furono datate, divise per secolo e sommariamente regestate, lavoro poi perfezionato per la redazione della Guida generale. Nel 1980 per una mostra sui monasteri benedettini furono trascritte le prime 150 pergamene. Le 12 pergamene del fondo “Penne” furono invece trovate ad Ancona in possesso di un privato, da questi affidate al direttore della biblioteca comunale della città marchigiana e successivamente consegnate all’Archivio di Teramo (1949). Contengono infatti investiture di benefici ecclesiastici e atti privati diversi che possono essere utili per studi di storia locale. Gli atti in pergamena fin qui citati vanno ad aggiungersi a quelli recuperati a seguito di interventi di restauro, in massima parte dalle legature dei protocolli notarili. Tra questi una menzione speciale va fatta per i frammenti contenenti notazione musicale. In linea generale sono databili tra il ‘400 ed il ‘600, ma alcuni sembrano più antichi e meriterebbero uno studio più accurato ed una datazione meno approssimativa.